Attività

Attività del Rotary

I “Comitati Interpaese”
Nel 1931, i rotariani di Francia e Germania organizzarono un piccolo comitato avente lo scopo di incoraggiare le relazioni tra i popoli di queste due nazioni confinanti. Dopo di allora, e specialmente dopo la fine della guerra, i rotariani di tutta Europa hanno costituito dei Comitati Interpaese allo scopo di favorire i contatti fra club e fra rotariani al di là delle frontiere nazionali. Questi comitati, al di là di questa funzione di apparentamento fra persone e fra club, si propongono anche di partecipare insieme ad azioni di interesse pubblico mondiale, allo scambio di studenti, e ad altri progetti che abbiano lo scopo di migliorare la comprensione tra nazioni. Vengono anche organizzate visite ai vari club gemellati o viaggi con le famiglie dei soci.


A volte questi comitati si spingono a cercare apparentamenti con club di Paesi molto distanti fra loro, per incoraggiare l’amicizia e la buona volontà e coordinano i loro sforzi consultivi nei confronti dei distretti e dei club. I Comitati Interpaese danno ai rotariani e ai loro club l’occasione per assumere le responsabilità prescritte dal quarto pilastro dell’azione rotariana di servizio, l’intesa internazionale, la buona volontà e la pace mondiale.


Lo scambio di giovani
Nell’ambito dell’impegno del Rotary per lo sviluppo dell’intesa internazionale e dell’amicizia fra genti diverse, il programma dello scambio di giovani e certamente molto conosciuto ed apprezzato.
Questo programma è nato in Francia, a Nizza, nel 1927 e nel 1939 ha avuto un ulteriore sviluppo quando, in California, è stato organizzato un numeroso scambio di giovani con Paesi dell’America Latina.
Oggi, questo programma ha raggiunto dimensioni ragguardevoli se si pensa che, ogni anno, più di 7000 giovani partecipano nel mondo a scambi paritari con altri giovani di altri club e distretti.


Questo non rappresenta solo un vantaggio per gli studenti delle scuole superiori ai quali questo programma è dedicato, ma anche per le famiglie che accettano lo scambio di ospitalità, per i compagni di classe degli studenti ospiti, per i club che sponsorizzano l’iniziativa, dato che tutti hanno così modo di scambiare opinioni su costumi diversi, di scoprire lingue, amicizie, culture, nuovi interessi. Molti adolescenti hanno cosi la possibilità di sperimentare una vita certamente non banale. scoprendo altri angoli del mondo e altre realtà.


Normalmente la durata di un soggiorno all’estero è di un anno, ma può essere concordata fra club o distretti anche per periodi più brevi.
Ogni club dovrebbe impegnarsi per questa iniziativa allo scopo di dare il suo contributo per rafforzare l’intesa e la buona volontà internazionale.


L’Azione di Interesse Pubblico Mondiale (APIM)
Il programma di azione di interesse pubblico mondiale del Rotary consiste, per un club o un distretto, nell’offrire un aiuto umanitario a un club di un altro Paese.
Quale regola generale questo aiuto è destinato a una collettività in via di sviluppo dove Fazione del Rotary contribuisce al miglioramento della qualità della vita.


In questa azione si vede anche l’obiettivo di far crescere la comprensione e la buona volontà fra i popoli.
Per scoprire se un club, dall’altra parte del mondo, ha bisogno di aiuto per un valido progetto, basta consultare il dossier dell’APIM dove sono elencati i progetti di aiuto alle regioni in via di sviluppo.


Utilizzando questo dossier si ottimizza la possibilità di far combaciare le richieste con le risorse disponibili.
I club sono invitati a intraprendere un’azione di interesse pubblico mondiale per un anno e l’elenco aggiornato dell’APIM è un ottimo strumento per esaminare i bisogni reali e le possibilità progettuali.


Il RYLA
Il Programma Ryla (Rotary Youth Leadership Awards = Incontri rotariani per la formazione di giovani leader) è normalmente realizzato sotto forma di seminari a livello di club o di distretto. In un’atmosfera informale i gruppi di qualche decina di giovani trascorrono qualche giorno, spesso una settimana, ascoltando relazioni formative e informative, partecipando a discussioni, visitando aziende o altre organizzazioni e, a volte, svolgendo anche qualche attività sociale.


I partecipanti al RYLA sono giovani ancora in età formativa, normalmente quindi non ancora inseriti in attività professionali. A seconda dell’impostazione particolare che ogni Distretto dà al programma RYLA, i giovani vengono selezionati sulla base di caratteristiche qualitative e partecipano ai seminari aiutati economicamente dai club o dal Distretto che organizza gli incontri.


Lo scopo del programma è, appunto, quello di mostrare concretamente I’interesse del Rotary per i problemi dei giovani e di incoraggiarli e aiutarli a capire e a cercare di far proprie le caratteristiche di una leadership eticamente impostata e positivamente orientata.


Dal 1971 il RYLA è diventato, per decisione del Board, un programma ufficiale del Rotary International e tutti i distretti sono invitati ad organizzare ogni anno un seminario RYLA.


L’Interact
Nell’ambito dei programmi a favore della gioventù, l’Interact fu lanciato dal Consiglio Centrale del Rotary nel 1962. I club Interact forniscono l’opportunità per gli e le adolescenti delle scuole secondarie di lavorare insieme in un clima di cameratismo internazionale basato sul servizio al prossimo e sulla comprensione reciproca.


L’acronimo Interact deriva dalla contrazione di due parole: “inter” per internazionale e “act” per action (azione). Ogni Interact club deve essere sponsorizzato e guidato da un Rotary club e deve sviluppare programmi annuali per servire la propria scuola, la comunità, il mondo.


Esistono, oggi, più di 6000 Interact club con più di 140.000 membri, sparsi fra 96 nazioni.
I giovani interactiani sviluppano capacità di guida, di coordinamento nella realizzazione di programmi e imparano la soddisfazione che deriva dall’aiutare gli altri.


Uno degli scopi più importanti dell’Interact è quello di sviluppare maggiore coesione e amicizia fra giovani di tutto il mondo.


Il Rotaract
Dopo il successo constatato con lo sviluppo del programma Interact destinato agli studenti delle scuole secondarie, il Consiglio Centrale decise di lanciare il Rotaract nel 1968. Questa nuova organizzazione è stata pensata allo scopo di promuovere il senso civico e la capacità di leadership presso giovani di età compresa fra i 18 e i 30 anni.


Oggi il Rotaract consiste in più di 6000 club con circa 150.000 membri, sparsi fra 140 Paesi. I Rotaract club insistono sul fatto che ciascun essere umano è responsabile della propria riuscita e dello sviluppo della collettività. Ogni club è tenuto a realizzare almeno due azioni all’anno, una in favore della collettività e una intesa a favorire la comprensione internazionale.


Nel contempo ogni club è anche invitato a promuovere un progetto di elevato livello morale applicabile alla vita degli affari.


Il Rotaract svolge anche una funzione di promozione sociale e culturale nell’ambito della comunità ove il club è inserito. Un Rotaract club esiste solo se viene sponsorizzato e costantemente seguito da un Rotary club padrino.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi